Contattaci

Se vuoi conoscere nel dettaglio i nostri prodotti e la loro compatibilità con i tuoi sistemi, non esitare a contattarci. Ecco come!

Telefonaci

Chiamaci ad uno dei seguenti numeri telefonici:  

Tel: (+39) 06 8308 3249

Cell: (+39) 335 570 3128  

Scrivici

Inviaci una mail al seguente indirizzo di posta elettronica:

info@teknosas.it

Vieni a trovarci

Nel nostro punto vendita e assistenza di Roma: 

Via Francesco Inghirami, 22 – 00164 

Mandaci un Mail

Per qualsiasi dubbio o necessità, compila il form specificando nel testo del messaggio quello di cui hai bisogno. Ti risponderemo nel più breve tempo possibile!

Privacy

F.A.Q.

Ecco alcune delle domande più frequenti che ci pongono i nostri clienti. Se non trovi quella che fa al caso tuo, scrivici una mail.

Che cos'è lo scontrino elettronico?

E’ la versione digitale – telematica del tradizionale scontrino di carta, uno degli interventi anti evasioni contenuti nel Decreto Fiscali 2019 che si applica dal 1 luglio 2019 per fatturati sopra i 400 mila euro e dal 1 gennaio 2020 per tutti gli altri.

Lo scontrino fiscale verrà dunque emesso da speciali registratori di cassa in grado di inviare per via telematica ogni singolo corrispettivo all’Agenzia delle Entrate.

Che cos'è la fatturazione elettronica?

L’obbligo della fatturazione elettronica è partito per il primo gennaio 2019. L’eventuale fattura cartacea non ha più alcun valore e chi non si adegua va incontro a sanzioni.

Il decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 ha ufficializzato l’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica tra privati, indicando alcune novità come le categorie esentate e le proroghe delle sanzioni. La fattura elettronica dal 1 luglio 2019 dovrà essere emessa entro dieci giorni dalla prestazione professionale, per poi essere registrata entro il 15 del mese successivo.

L'invio telematico dei corrispettivi è un obbligo di legge?

Sì, anche se scaglionato a seconda del volume di affari dell’attività. 

Dal 1° luglio 2019 scatta l’obbligo per i contribuenti con volume d’affari superiore a 400 mila euro di inviare telematicamente all’Agenzia delle Entrate i corrispettivi elettronici. Per gli altri da gennaio 2020. E’ bene, dunque, valutare con anticipo se i propri strumenti sono o meno compatibili con il cambiamento normativo.

Chi è esonerato all'emissione della fattura elettronica?

Questo sono:

  • medici, farmacie, e tutti gli altri operatori sanitari come stabilito dal Garante della Privacy a dicembre 2018;
  • imprese o lavoratori autonomi che rientrano nel regime di vantaggio;
  • imprese o lavoratori autonomi che rientrano nel regime forfettario;
  • piccoli produttori agricoli;
  • società sportive dilettantistiche;
  • soggetti non residenti in Italia che effettuano o ricevono operazioni.

Per restare sempre aggiornato in materia, è bene consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate.